villa foscarini rossi e’ un complesso seicentesco, posto alla confluenza tra il fiume brenta e la tergola, costituito da villa padronale, foresteria e vecchie scuderie, immerso in 10.000 metri di parco. il corpo principale fu eretto intorno ai primi anni del 1600 su un precedente edificio, dal nobile jacopo foscarini, capitano da mar della serenissima, distintosi durante la battaglia di corfu’, che in questo luogo ameno sperava di trovare riposo e svago. a questo scopo, antistante il corpo principale, fu edificata la foresteria, il luogo per accogliere i “foresti”, gli ospiti numerosi ed illustri che la famiglia foscarini ebbe occasione di accogliere, fra i quali si ricordano gaspare gozzi, autore del sermone e amico del doge marco foscarini e francesco maria iii, duca di modena. all’interno della foresteria si trova il salone delle feste, affrescato nel 1652 a ricordo del matrimonio di giovanni battista foscarini con chiara soranzo. l’opera e’ del noto quadraturista bresciano domenico de bruni per quanto riguarda il raffinato gioco di prospettiva e del pittore pietro liberi, per le pregnanti allegorie della guerra e della pace, che decorano rispettivamente le pareti ad est e ad ovest della sala. nei primi anni del 1800 la famiglia negrelli, nuova proprietaria della struttura, fece rimaneggiare la villa padronale dall’architetto jappelli per adattare la costruzione al nuovo gusto dell’epoca, aggiungendo le due terrazze simmetriche, eliminando la scalinata sulla facciata e il piano ammezzato per adeguare il piano terra alle altezze del piano nobile e arricchendo gli interni di preziose decorazioni (saletta gotica e saletta egizia). dall’inizio degli anni novanta del ‘900 il complesso appartiene al calzaturificio rossimoda, che dopo un accurato restauro, ha trasformato le vecchie scuderie in abitazione privata dei proprietari, la foresteria in un centro congressi e la villa padronale nel proprio museo aziendale, dove e’ possibile ammirare oltre 1500 modelli di calzature femminili di lusso, prodotte dall’azienda negli oltre 60 anni di attivita’, frutto delle sue collaborazioni con i piu’ grandi stilisti del panorama internazionale ( dior, givenchy, lacroix, fendi, yves saint laurent, emilio pucci, kenzo, celine e molti altri ancora…).

VISITABILI:
interni, Museo della Calzatura, Barchessa affresata e giardino.
Contattaci per conoscere i giorni e gli orari delle visite guidate
sezione A —vai al catalogo